particelle ci e ne

Nelle schede di grammatica abbiamo visto l’uso generale delle particelle CI e NE. 
Oggi vediamo più in dettaglio il loro utilizzo come particelle avverbiali di luogo.

In questo caso le particelle ci aiutano a definire i movimenti spaziali che il soggetto compie rispetto ad un luogo.
Si possono definire 4 azioni diverse:
1) MOTO A LUOGO: il soggetto si avvicina al luogo
2) MOTO DA LUOGO: il soggetto si allontana dal luogo
3) MOTO PER LUOGO: il soggetto attraversa il luogo da una parte all’altra
4) STATO IN LUOGO: il soggetto compie l’azione all’interno del luogo. L’azione può essere STATICA (stare in casa, vivere a Parigi, mangiare al ristorante, dormire nel letto) oppure DINAMICA (correre nello stadio, nuotare in piscina, allenarsi in palestra)
La particella NE è utilizzata solo nel caso 2. Tutti gli altri casi richiedono la particella CI.

ATTENZIONE: il soggetto può essere qualunque cosa, una persona, un animale, un oggetto e anche un concetto astratto. Analogamente anche il luogo può essere qualunque cosa, anche un concetto astratto.
Esempio: Una paura improvvisa mi attraversò la mente. Ci rimase qualche istante ma per fortuna ne uscì rapidamente.
In questo caso il soggetto è un’emozione e la mente non è un luogo fisico, ma un luogo figurato.