Posizione degli aggettivi

A differenza dell'inglese e di molte altre lingue, la posizione più comune per l'aggettivo, nel gruppo dei sostantivi italiani, è dopo il nome. Questa è la posizione non enfatica occupata dall'aggettivo, quando esprime una caratteristica fondamentale e intrinseca del sostantivo.

Position of adjectives

Unlike English, and many other languages, the most common position for the adjective in the Italian noun group is after the noun. This is the usual non-emphatic position occupied by the adjective, when it expresses a basic, intrinsic characteristic of the noun.

position of adjectives000001 

Tuttavia, in italiano, a differenza dell'inglese, dove gli aggettivi quasi sempre precedono il nome (an interesting film), l'ordine del gruppo nominale è flessibile e la posizione degli aggettivi può cambiare l'enfasi della frase.

Sebbene gli aggettivi qualificativi, in particolare quelli più comuni (ad esempio, nuovo, vecchio, giovane, piccolo, bello, brutto) seguano il nome quando vengono utilizzati per specificarlo o distinguerlo da oggetti simili, questi possono precederlo quando è necessario descrivere il nome con un po' di enfasi o di immaginazione:

However in Italian, unlike in English, where adjectives almost always come before the noun (‘an interesting film’), the order of the noun group is flexible, and the position of the adjectives can change the emphasis of the sentence.

Although Italian descriptive adjectives, particularly the most common (e.g. nuovo, vecchio, giovane, piccolo, bello, brutto) are placed after the noun when used to specify it or distinguish it from similar objects, they can be placed before when there

is a need to describe the noun with some emphasis or imagination:

 

position of adjectives000002

Alcuni aggettivi hanno un significato completamente diverso da quello comune quando la loro posizione cambia, assumendo un significato letterale quando viene usato dopo il nome, ma un significato abbastanza diverso, spesso figurativo, quando usato prima:

Some adjectives have a completely different meaning from their common one when their position is changed, expressing their literal meaning when used after, but a quite different, often figurative, meaning when used before:

 

 position of adjectives000004

Nota che bello, quando è posizionato prima del nome (come nell’esempio precedente: un bel problema) cambia la desinenzia allo stesso modo dell’articolo determinativo il, la, lo, etc.  e dell’aggettivo quel, quella, quello, etc.

L’aggettivo buono, d’altra parte, segue il modello dell’articolo indeterminativo un, una, un’, uno: buon esempio, buona fortuna, buono studio, etc

Note that bello, when positioned before the noun (see example above, un bel problema) changes its endings in the same way as the definite article il, la, lo, etc.  and the adjective quel, quella, quello, etc.

The adjective buono, on the other hand, follows the pattern of the indefinite article un, una, un’, uno: buon esempio, buona fortuna, buono studio, etc.