Il primo pozzo

The First Well

C’era una volta un piccolo regno che si stendeva intorno ad un lago. Durante un’estate molto calda, non piovve e il lago si prosciugò. Il popolo era sempre più in ansia e si recò dal re. “È da molto che non piove. I nostri campi sono aridi!”, dissero i contadini. “Non ci sono pesci da pescare. Di cosa vivremo?”, chiesero i pescatori. “Salvaci dalla rovina, o buon re”, lo pregarono le donne ed i bambini piansero per la sete. There once was a small kingdom around a lake. One very hot summer, it did not rain and the lake dried up. People grew anxious and went to the King. “It has not rained for so long. Our fields are barren!” said the farmers. “There are no fish to catch. How shall we earn a living?” asked the fishermen. “Save us from disaster, good King,” urged the women, as their children cried with thirst.
Il re mandò i suoi quattro generali in cerca d’acqua in tutte le direzioni. Il primo generale andò a est, dove sorge il sole, il secondo a sud, incontro alla polvere e al caldo, il terzo andò a ovest, dove il sole si corica e il quarto seguì la Stella Polare. The King sent his four generals in all directions to look for water. The first general went east, towards the sunrise; the second went south, to the dust and heat; the third went west, where the sun sets; and the fourth followed the North Star.
Cercarono giorno e notte, notte e giorno, in alto e in basso, cercarono ovunque, ma invano. I tre generali tornarono a mani vuote. Ma il generale che si era diretto a nord, deciso a non deludere il suo re, raggiunse infine un freddo villaggio di montagna. They searched day and night, night and day; high and low they searched everywhere, but in vain. Three of the generals returned, empty-handed. But the general who had gone north was determined not to fail his King. At last, he reached a cold mountain village.
Mentre stava seduto ai piedi della montagna, una vecchietta gli si avvicinò e si sedette accanto a lui. Il generale indicò l’orizzonte e disse: “Vengo da un regno bellissimo, dove non ha piovuto per un anno intero. Mi puoi aiutare a trovare l’acqua?” As he sat at the foot of the mountain, an old woman came by and sat next to him. The general pointed at the horizon and said, “I belong to a beautiful kingdom, where it has not rained for a whole year. Can you help me find water?”
La donna esortò il generale a seguirla  sulla  montagna  e  ad  entrare  in una grotta. “Non abbiamo acqua neppure nel nostro paese”, disse. Poi, indicando i ghiaccioli che pendevano dalla grotta, continuò: “Questo è ciò che chiamiamo ghiaccio. Prendine un po’ e il tuo regno non avrai mai più sete”. Il generale ne ruppe un grosso pezzo, lo caricò sul cocchio e partì al galoppo verso casa. The woman motioned the general to follow her up the mountain and into a cave. “We have no water in our country either,” she said. Then, pointing to the icicles in the cave, she continued: “We call this ice. Take some, and your kingdom will never go thirsty again.” The general broke off a huge piece, loaded it onto his horse-cart and rushed back home.
Ma, nel tempo che impiegò ad arrivare a corte, l’enorme ghiacciolosi era già sciolto e non ne era rimasto che un pezzetto. Nessuno a corte aveva mai visto il ghiaccio, per cui tutti lo fissavano esterrefatti! “Deve essere il seme dell’acqua”, esclamò all’improvviso uno dei ministri. Il re ordinò che il ‘seme d’acqua’ venisse immediatamente seminato. By the time he reached the court, the enormous icicle had melted into a small lump of ice. Nobody in the court had ever seen ice, so everybody gazed at it with wonder. “This must be a water-seed!” one of the ministers exclaimed suddenly. The King ordered the ‘water-seed’ to be sowed immediately.
Mentre i contadini scavavano la buca, il pezzetto di ghiaccio si rimpiccioliva sotto il sole. Rapidamente misero il seme nella buca ma, prima che avessero il tempo di coprirlo, quello era svanito. I contadini a quel punto erano confusi e preoccupati. Scavarono sempre più profondamente, fino a notte inoltrata, alla ricerca del seme misterioso. While the farmers dug a hole, the lump dwindled in the sun. They swiftly placed the seed in the hole, but before they could cover it up, it had vanished. The farmers there grew confused and worried. They dug deeper and deeper into the earth, all night long, looking for the mysterious seed.
Al sorgere del sole, il re trovò i contadini addormentati intorno alla buca. Sbirciò curiosamente all’interno e gridò con sorpresa: “Svegliatevi, miei uomini valorosi, il seme d’acqua è germinato! C’è acqua nella buca!” E questo è come fu creato il primo pozzo. At the break of dawn, the King found the farmers fast asleep around a hole. Curious, he peeped in and cried out in amazement: “Wake up, my worthy men – the water-seed has sprouted! There’s water in the hole!” This is how the first well was created.