Gli elfi e il ciabattino

Adattamento di BookBox

The Elves and the Shoemaker

Retold by BookBox

Sebbene Peter Schumaker lavorasse sodo e fosse gentile con tutti gli abitanti del villaggio, con la confezione delle sue scarpe non riusciva mai a guadagnare abbastanza. Proprio quel giorno, freddo e nevoso, nel suo laboratorio gli era rimasta soltanto la pelle sufficiente a preparare un ultimo paio di scarpe. Although Peter Schumaker worked hard and was kind to everyone in the village, he could never earn enough money making his shoes. On this particular cold and snowy day, all he had left in his workroom was leather enough to make one last pair of shoes.
Quella sera Peter tagliò con cura la pelle preziosa e la mise da parte per la mattina seguente, quando avrebbe cucito insieme i pezzi. Al sorgere del sole, il mattino seguente, Peter era pronto ad iniziare a lavorare, ma, con sua grande sorpresa, vide sul suo tavolo da lavoro un paio di scarpe di squisita fattura. “Che magia!”, disse Cecilia, sua moglie, mentre mettevano svelti le scarpe in vetrina, poiché il periodo degli acquisti per le feste natalizie era appena cominciato. That evening, Peter carefully cut up his precious leather and laid it aside for morning, when he would sew the pieces together. The sun rose the next morning and Peter was ready to start work, but to his great surprise, an exquisitely crafted pair of shoes sat on his work table. “What magic!” said Cecilia, his wife, as they quickly put the shoes in the shop window for the holiday shopping season had just begun.
Come volle la sorte, le scarpe calzarono a perfezione alla esigente signora Sniggins che pagò una somma generosa per la perfetta calzatura. Con il denaro, Peter andò a comprare più pelle, abbastanza per due paia! Quella sera si mise ancora una volta al lavoro tagliando la pelle e lasciò i pezzi sul tavolo prima di andare a letto. Con la speranza di un buon modello, si addormentò e sognò scarpe. Quando si svegliò la mattina seguente di buon’ora,  si  trovò nuovamente davanti due paia di scarpe di raffinata fattura. I clienti comprarono anche queste immediatamente, perché erano dei capolavori. As luck would have it, the shoes suited the finicky Miss Sniggins perfectly and she paid a generous sum for the fine fit. With the money, Peter bought more leather, enough for two more pairs! That evening, he once again set to work cutting his leather, and left the pieces on the table when he went to bed. Hoping for a good design, he fell asleep dreaming of shoes. When he awoke early the next morning, he again found two finely crafted pairs of shoes on the table. Customers bought these up quickly too, for they were masterpieces.
Adesso Peter poteva comprare pelle a sufficienza per quattro paia di scarpe. Le attività magiche procedettero per parecchio tempo ed il nome di Schumaker divenne noto per le migliori scarpe della città. La vita di quei giorni era migliorata molto per Peter e Cecilia. Un giorno Cecilia disse: “Mi chiedo chi ci aiuti con tanta solerzia”; e Peter annunciò: “Stanotte ci nasconderemo nel laboratorio e vedremo cosa succede!”. E così fecero! Now Peter could buy enough leather for four pairs of shoes. This magical business went on for some time, and soon Schumaker’s name became well known for the finest shoes in town! These days, life was much better for Peter and Cecilia. One day Cecilia said, “I wonder who has been helping us so diligently?” Peter announced, “Tonight we will hide in the workshop and see what goes on there!” And so they did!
A mezzanotte in punto, due piccol ielf ientrarono in punta d ipiedi ed iniziarono a lavorare, confezionando rapidamente le scarpe eleganti! Erano malvestiti e non indossavano neppure le scarpe. Allo spuntar del giorno erano già scappati, lasciando diverse paia di scarpe pronte per essere vendute il giorno seguente. At exactly midnight, two tiny elves tiptoed in and began to work, swiftly making the fine shoes! They were shabbily dressed and weren’t even wearing shoes themselves. Before daybreak they had already dashed off, leaving several pairs of shoes ready for sale the next day.
Peter e Cecilia erano grati a questi piccoli elfi ma erano preoccupati per loro, perché lavoravano tanto e con un tempo così gelido. Così Peter si  mise al lavoro, Confezionando due piccole paia di scarpe e Cecilia cucì due caldi completini per ciascuno di loro. La vigilia di Natale, invece dei pezzi di pelle, lasciarono fuori le scarpette ed i vestiti e si nascosero nuovamente. A mezzanotte, gli elfi fecero la loro comparsa e videro i nuovi vestiti. Li indossarono in un lampo! Erano così felici che risero e risero e, ballando, saltarono fuori dalla finestra e non furono mai più rivisti. Peter and Cecilia were grateful to these little elves and worried about them working so hard in such cold weather. So Peter set to work making two  tiny pairs of shoes and Cecilia stitched two warm sets of clothes for each of them. On Christmas Eve, instead of leather pieces, they set the little shoes and clothes out and hid themselves again. At midnight, the elves popped  in and saw the new fittings. In a flash, they had them on their little bodies! They were so happy that they laughed and laughed and danced right out of the window and were never to be seen again.
Peter continuò a confezionare scarpe ogni giorno e lui e Cecilia vissero per sempre felicissimi e soddisfatti. E lo stesso fecero gli elfi! Peter continued making shoes every day, and he and Cecilia lived a very happy and contented life for evermore.  As did the elves!