La fattoria degli animali è una novella scritta da George Orwell è pubblicata nel 1945.

 

Riassunto

Gli animali della Fattoria Padronale, stanchi dei maltrattamenti, si ribellano contro il loro proprietario, il signor Jones, e sotto la guida dei maiali, assumono il controllo della fattoria, ora rinominata "Fattoria degli Animali". Guidati da Snowball e Napoleon, i maiali stabiliscono sette comandamenti, proclamando l'uguaglianza di tutti gli animali.

  1. Qualunque cosa che cammina su due gambe è un nemico.
  2. Qualunque cosa cammina su quattro gambe, o abbia ali, è un amico.
  3. Nessun animale deve indossare abiti.
  4. Nessun animale deve dormire in un letto.
  5. Nessun animale deve bere alcol.
  6. Nessun animale deve uccidere un altro animale.
  7. Tutti gli animali sono uguali.

Tuttavia, la situazione inizia a cambiare quando Snowball, promotore di un mulino a vento per migliorare la vita degli animali, viene cacciato da Napoleon, che prende il controllo totale della fattoria.

Napoleon, aiutato dal maiale Squealer come portavoce, inizia a manipolare i fatti e a cambiare segretamente i comandamenti per consolidare il suo potere. Nonostante gli animali lavorino sodo per costruire il mulino, questo viene distrutto più volte, con Snowball accusato di sabotaggio. Inoltre, Napoleon tradisce uno dei comandamenti fondamentali iniziando a fare affari con gli umani. I maiali si comportano sempre più come gli umani, indossando abiti e camminando su due zampe, mentre le condizioni di vita degli altri animali peggiorano e i maiali vivono nel lusso.

I comandamenti vengono modificati fino a diventare irriconoscibili, culminando nella massima che "Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni animali sono più uguali degli altri". La Fattoria degli Animali, ora sotto il regime autoritario e tirannico di Napoleon, diventa indistinguibile da quella di prima della rivoluzione. I maiali prosperano mentre gli animali più deboli e meno intelligenti soffrono, e la promessa di un futuro migliore e di eguaglianza si rivela un'illusione. Il mulino a vento, una volta completato, serve solo a generare reddito per i maiali, non a migliorare la vita degli altri animali.

Le differenze tra maiali e umani si attenuano a tal punto che gli animali non riescono più a distinguerli. La storia si conclude con gli animali che osservano una riunione tra maiali e umani, incapaci di discernere alcuna differenza tra loro, trasformando "La Fattoria degli Animali" in un potente simbolo dell'ascesa al potere e della corruzione delle ideologie rivoluzionarie.

 

 


ARTICOLI CORRELATI: