Riassunti di letteratura

In questa sezione del sito puoi trovare dei riassunti di letteratura italiana e straniera.

I testi sono scritti con un linguaggio molto semplice, adatto non solo agli studenti di scuole medie inferiori e superiori, ma anche agli stranieri che studiano la lingua italiana e che hanno raggiunto un livello di conoscenza intermedio (B1-B2).

A Messina vivevano tre giovani fratelli, ricchi mercanti, che avevano ereditato dal padre un grosso patrimonio. Avevano una sorella di nome Lisabetta, molto bella e garbata, ma non ancora sposata.

I fratelli di Lisabetta uccidono il suo amante; lui le appare in sogno e le mostra dov’è sotterrato. Lei di nascosto ne dissotterra la testa e la mette in un vaso di basilico; e qui piangendo ogni giorno per molto tempo, ma i fratelli gliela portano via, e lei muore poco dopo di dolore.

Il nostro re ci ha dato oggi un argomento penoso da trattare, se pensiamo che, venuti qui per gioire, dobbiamo raccontare le altrui lacrime, le quali non possono essere raccontate senza muovere a compassione chi racconta o chi ascolta.

Carissime donne, tutto quello che ho appreso finora, mi ha portato a credere che l’invidia potesse abbattersi solo su coloro che sono più in vista. Ma questa mia valutazione si è dimostrata ingannevole.

Gregor Samsa una mattina si sveglia trasformato in un gigantesco scarafaggio. In un primo momento non riesce a capire cosa stia succedendo e pensa di non essere ancora ben sveglio.

Ogni giorno Marcovaldo, quando si reca al lavoro, passa nel giardino alberato di una piazza e immagina di poter dormire all’aperto, sull’unica panchina presente, per poi risvegliarsi una volta tanto con il cinguettio degli uccelli, invece che con le strilla del neonato Paolino.

Giannino è l’ultimo figlio di una famiglia fiorentina benestante e ha tre sorelle: Ada, Luisa e Virginia. Quando compie nove anni riceve in regalo un giornalino (che oggi chiameremmo diario) dove il bambino riporta tutte le monellerie che compie durante cinque mesi dell’anno scolastico...

A Ravello, una cittadina sulla costiera amalfitana, viveva un uomo molto ricco, di nome Landolfo Rufolo. Un giorno, animato dal desiderio di raddoppiare le sue ricchezze, comprò un nave, la caricò di mercanzie e partì per Cipro.

A Firenze, nei tempi passati, vi erano alcune usanze ormai scomparse. Fra queste ce n’era una, per la quale i gentiluomini formavano diverse brigate, e a turno ognuno offriva un banchetto in una giornata stabilita.

A Firenze vive una gentildonna che si chiama madonna Oretta, moglie di Geri Spina. Un giorno si trova a passeggiare in campagna, insieme ad alcune dame e cavalieri che ha avuto come ospiti a pranzo.